Ultima modifica: 22 marzo 2018

L’IPSSAR primo al concorso “A.M.I.R.A SHAKER & FLAMBE’”

Il giorno 06/02/2018, presso l’EXPO di Riva Del Garda (TN),  gli alunni Matilde Bonetti (5^F), Giulia Gervasoni (5^F), Francesco Mazzoleni (5^C) E Stefano Nesi (4^C), hanno partecipato al 4° CONCORSO ” SHAKER & FLAMBE’ “, organizzato dall’ A.M.I.R.A – sezione Trentino Alto-Adige che prevedeva la realizzazione di un dessert al flambè’ , utilizzando alcuni prodotti del Trentino e un long drink analcolico con ricetta originale.

Gli alunni, durante le esercitazioni pomeridiane di preparazione al concorso, coadiuvati dai prof.ti  Parimbelli e  Bono e dalla prof.ssa Di Stefano, hanno messo in moto tutte le competenze disciplinari e interdisciplinari acquisite durante il quinquennio per realizzare quanto il bando richiede.

Per la preparazione alla lampada è stato deciso di preparare la “pera alla bella elena” rivisitata con alcune modifiche, mentre, per il Long drink analcolico, la scelta è caduta sulla ricetta realizzata appositamente dall’alunna Giulia Gervasoni che ha inventato “Sogni Montani” a base di miele e camomilla.

Al concorso hanno partecipato 10 scuole, il nostro istituto ha gareggiato come terzo e l’organizzazione della squadra era la seguente:

  • Francesco Mazzoleni per accoglienza giuria, mice en place, e servizio del dessert;
  • Matilde Bonetti per preparazione alla lampada della “pera alla bella elena”;
  • Stefano Nesi per la presentazione del vino con il relativo servizio;
  • Giulia Gervasoni per la preparazione del long drink.

L’IPSSAR, grazie a Giulia Gervasoni, ha ottenuto il primo posto come “Aspirante Barman 2018”, mentre, a malincuore, nonostante l’ottima prova alla lampada di Matilde Bonetti e la scelta del dessert molto apprezzata dalla giuria, non siamo riusciti a conseguire il primo posto anche per la lavorazione della lampada che ha conseguito il punteggio di 20 su 25.

Prima della premiazione sono stati consegnati attestati di partecipazione agli alunni e ai docenti accompagnatori; alle scuole un libro intitolato “antiche posate e argenti da tavola in Trentino-Alto Adige dal XIV al XX secolo.

A prescindere dall’esito, i nostri allievi, hanno potuto arricchire il loro bagaglio culturale, confrontandosi con altre scuole e venendo valutati da una giuria di esperti maitre, barman e sommelier, sentendosi ancor più motivati e convinti della loro scelta professionale.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi